Intro

“Basta un colle, una vetta, una costa.
Che fosse un luogo solitario e che i tuoi occhi risalendo si fermassero in cielo.
L’incredibile spicco delle cose nell’aria oggi ancora tocca il cuore.
Io per me credo che un albero, un sasso profilati sul cielo, fossero dei, fin dall’inizio.”

(Cesare Pavese)

 

Da Trastevere a Mezzocammino
oltre le discariche ed il degrado
testardi fin laggiu’ dove gli alberi giganti
al tramonto bisbigliano solenni
le parole degli avi


(la locandina dal set dell’Operazione Patronus)

I Campi Elisi iniziano a Ponte Sublicio (accogliendo chi scende dalla Città Eterna) e finiscono al ponte monumentale del G.R.A. di Mezzocammino, dove passano il testimone alla Via al Mare, direzione Fiumicino.

Speculari alle Terre del Nord,  rappresentano la terra di mezzo tra la realtà antropizzata e le campagne romane, laddove il cemento lascia spazio agli scenari naturali delle vaste pianure golenali e della vegetazione ripariale.

“Nei centri e nelle borgate, nei bivii, come lì al Tiburtino,
la gente s’ammassava, correva, strillava […]
pure nei posti più solitari c’era della confusione,
con file di maschi che andavano in cerca di qualche zoccoletta […]
con un mare di gente sotto il semaforo,
che mano a mano andava sparpagliandosi nelle strade intorno,
rumorose come androni, coi marciapiedi tutti rotti,
e lungo ruderi colossali di mura con sotto file di tuguri”
(Pierpaolo Pasolini, “Ragazzi di vita”)

Si supera il Gazometro quindi il quartiere della Magliana, poi una sosta rigenerante alla fontanella del Ponte Romano del II sec.A.C..
Da lì in poi lo sguardo si allarga sullo storico ippodromo di TorDiValle con alle spalle la sterminata piana; i ponti ACEA che attraversano il fiume, l’imponente filare di eucalipti  ed infine il confine del raccordo anulare.

 

Ponte Romano

Il Ponte Romano (II sec. A.C.) assediato dall’immondizia e soffocato dal viadotto di cemento armato della trafficata Via del Mare, non può che suscitare contrastanti emozioni. Struggimento e premura, imbarazzo ed indignazione. Al tempo stesso emergenza e memoria.
Accanto la fontanella, dispensatrice generosa di acqua pura. Sosta obbligata per tutti coloro che frequentano queste Terre.  Un paradosso di vita circondato da umilianti segnali di degrado, inquinamento ed abbandono.


(le attività di bonifica della sosta alla fontanella)

Nel 2016 il quotidiano LaRepubblica racconta le condizioni di degrado in cui versa l’area (articolo1, articolo2), il 31 luglio 2018 si riaccendono i riflettori, questa volta su iniziativa del IX municipio.

A settembre 2018, due interventi di rigenerazione: il recupero dell’area di sosta e l’affissione di un pannello informativo.

Considerata la posizione strategica della fontanella nei Campi Elisi (il luogo è meta obbligata di tutti gli assetati che proseguono per la  Via al Mare) e l’emergenza associata al Ponte Romano del II sec. A.C.,  si è infatti deciso di realizzare un pannello anche in questo luogo, sfruttando il muro del viadotto che sovrasta il Ponte Romano, proprio davanti alla fontanella.
Nella scelta dei contenuti e delle foto, la difficile mediazione tra le visioni cupe alimentate dal degrado, e le energie positive liberate dall’eroica impresa di luglio con il coordinamento sociale IX municipio.

Il pannello è stato affisso durante la Mareggiata a Pedali del 29 settembre.

 

Piazzole

Recuperate le panchine, tagliata l’erba, rimossi i rifiuti, adottati i cestini, dopo anni di incuria questi spazi tornano faticosamente a vivere. Luoghi dove ritrovare le energie o fermarsi per leggere un libro.

Il lavoro non manca… partecipate alle nostre attività di cura, seguite il Calendario Felino  o i nostri social.

 

Pannelli informativi

Al fine sensibilizzare i passanti e all’interno della Operazione Patronus, dopo la rigenerazione delle paline metalliche abbandonate, sono stati installati diversi pannelli informativi fotoresistenti  in maxi formato 68×68 cm. Tutti  i dettagli qui.

 

Traccia gps

La traccia GPS è disponibile nella pagina sull’ orientamento.

 

Petizione ponti Acea

Firmate la petizione per aprire i ponti Acea al passaggio ciclopedonale, collegando la riva destra con la sinistra altezza TordiValle.

Fotografie

Caricate i vostri scatti su Instagram #ReginaCiclarum #CampiElisiRegina

Iniziative

Una volta al mese, con i Gatti a trovare la Regina nelle terre selvagge. Segnaliamo: