Introduzione

In un qualsiasi insieme di dati,
la cifra così evidentemente corretta
da non richiedere un controllo
è l’errore.
(Terza legge di Finagle)

L’operazione Euclide è uno dei quattro progetti felini pensati, elaborati e sviluppati dal basso per rigenerare la relazione con il fiume e con i suoi territori.

Conoscere il flusso di utenti (corridori, ciclisti, camminanti, …) lungo un percorso ciclopedonale al variare del tempo, e’ fondamentale per analisi ad ampio spettro (il tipo di utenza, gli andamenti temporali, gli stili di vita, ….) con le quali impostare e verificare azioni di manutenzione, sviluppo, valorizzazione del percorso interessato.

 

Oltre ad essere strumento prezioso nelle mani delle amministrazioni locali, il monitoraggio dei passaggi ha ricadute positive anche sugli utenti: non piu’ singoli individui isolati, ma comunita’ viva in grado di contarsi ed organizzarsi,  cosciente e responsabile dei luoghi attraversati, protagonista consapevole ed orgogliosa di nuovi modelli di mobilita’ (nel tempo libero come nello studio/lavoro).
Non piu’ semplici fruitori, ma cittadini attivi e determinati, pronti a invocare (anche con la forza dei numeri) attenzione ed interventi di cura.

Alcune esperienze conosciute in rete  hanno stimolato la fantasia dei Gatti, curiosi di dimensionare i flussi anche nelle Terre della Regina.


(postazioni contapassaggi in Italia settentrionale)

Gli strumenti di conteggio disponibili in commercio hanno pero’ costi inaccessibili per le piccole realtà intenzionate ad attivarsi in questa direzione.
Da qui l’idea di costruire un dispositivo conta passaggi dal basso, economico e versatile. La scelta di lavorare con elettronica Arduino è stata la naturale conseguenza.
Nella ritrosia, difficolta’ – o semplice disinteresse – delle amministrazioni, il prototipo realizzato ed in funzione da piu’ di sei mesi ha dimostrato che anche un gruppo di cittadini, auto organizzandosi, puo’ realizzare una postazione a costi minimi con cui immaginare, impostare, promuovere la battaglia per il riconoscimento dei propri diritti.

Le registrazioni difettano in precisione, ma ciò nondimeno rappresentano un concreto sostegno nei percorsi di partecipazione alla cura del bene comune.
Rappresentano inoltre la prima esperienza di monitoraggio a medio lungo termine della capitale; il primo set di dati a sostegno della promozione ed espansione della rete ciclabile romana (si pensi alle nuove piste sulla Tuscolana e Nomentana). Una esperienza che si potrebbe facilmente replicare in altre parti della città (e più in generale d’Italia), a supportare le scelte delle amministrazioni locali impegnate in un aspro confronto con la controparte dei negozianti e automobilisti, sempre schierati all’opposizione nella “contesa” degli spazi urbani.
Rappresentano stimolo e pungolo per gli uffici pubblici che, al contrario e in pauroso ritardo rispetto alle tendenze europee, faticano a riconoscere l’importanza di questi monitoraggi.

I limiti imposti dall’attuale implementazione (es: sensore poco performante) sono oggetto di ulteriori analisi, come anche funzionalità aggiuntive che possano alleggerire il lavoro a carico dell’operatore (es: connessione da remoto) o  amplificare l’esperienza immersiva dei passanti (es: totem con megadisplay).

Tappe

  • 2017
    • settembre : si comincia a ragionare su una sperimentazione dal basso,  sviluppata su due fronti: monitoraggi manuali e conta passaggi con elettronica Arduino
    • ottobre: registrazione manuale a Ponte Milvio e primi contatti con i centri della rete Fablab Lazio
  • 2018
    • gennaio: registrazione manuale  al Ponte di Legno e inizio collaborazione con Cristian Giuliani di Terni
    • febbraio: parte lo sviluppo del prototipo
    • marzo: consegna del primo prototipo
    • aprile: ricerca di una location per installare la postazione
    • maggio: primi test sul campo
    • settembre: registrazione manuale  a ponte Matteotti e messa in servizio postazione contapassaggi (articolo, post)
    • ottobre: monitoraggio manuale in parallelo alla registrazione elettronica per misurare l’errore  (articolo, post1, post2)
    • novembre: primo trimestre del contagatti; viene elaborata la distribuzione percentuale delle registrazioni nell’arco della giornata, nelle quattro fasce orarie: notte fonda, mattina, pomeriggio e sera (articolo, post1, post2)
    • dicembre: L’analisi della linea di tendenza fa emergere le presenze legate ad allenamento e pendolarismo da quelle in cui prevale il carattere di svago. (articolo, post)
  • 2019
    • gennaio: cinque mesi di ContaGatti (articolo, post)
    • febbraio: al Municipio VII  per proporre un progetto di conta passaggi sulla nascente ciclabile Tuscolana (post); il Contagatti travolto dalla piena (post) e il confronto con il sensore a fotospecchio (post)
    • marzo: primo semestre (articolo,post)
    • aprile: contagatti fuori servizio per problemi di alimentazione esterna
    • maggio: il ContaGatti alle prese con una avaria nell’impianto di alimentazione 220v del Circolo Ondina. La sperimentazione continua  [ segue >>> ]

 

 

Registrazioni manuali

Per una prima ricognizione sono stati sviluppati tre monitoraggi a mano, i cui risultati sono dettagliati  nel relativo report pdf registrazioni_passaggi_trc_report e riassunti nella seguente locandina.


(la locandina dal set dell’Operazione Patronus)

 

 

ContaGatti elettronico Arduino

In parallelo ai monitoraggi manuali, si è pensato di realizzare un dispositivo in grado di automatizzare il processo di conteggio.

Le caratteristiche immaginate all’inizio prevedevano:

  • registrazione limitata:  per posizionare il dispositivo in presenza di un operatore (e ritirare al termine della rilevazione per evitare il rischio di furti e atti di vandalismo)
  • autonomia:  per il funzionamento anche in luoghi privi di corrente, wifi, …
  • posizionamento mobile per variare il punto di registrazione (e quindi spaziare nelle Terre della Regina e su altre piste ciclabili)
  • analisi bidirezionale per analizzare i flussi nei due sensi di marcia
  • associazione passaggio-ora per individuare trend giornalieri, settimanali, mensili, ….
  • connettività per l’esportazione del file delle registrazioni via usb, bluetooth, …

Grazie al lavoro di Cristian, dopo mesi di laboratorio e di confronti,  il 6 marzo 2018 viene consegnato ai Gatti un prototipo basato su elettronica Arduino.


(la locandina dell’Operazione Patronus)

I mesi successivi vedono il dispositivo coinvolto in una fase di test sul campo, attraverso la quale sono state apportate alcune modifiche sia hardware che software.

L’ipotesi iniziale di realizzare una postazione mobile da attivare durante le giornate sul territorio, viene abbandonata in favore di una soluzione fissa che permetta la registrazione nel tempo. La tecnologia utilizzata si dimostra infatti imprecisa, essendo incapace di distinguere:

  • soggetti a distanza inferiore ai 10 secondi l’uno dall’altro (che quindi vengono conteggiati come un solo passaggio)
  • il verso di movimento
  • il tipo di utenza (corridore, ciclista da strada, camminante, mtb, ….)

Il punto di forza della soluzione elettronica si sposta quindi nella direzione di ottenere andamenti nel tempo, piuttosto che quantità esatte. In questa direzione, diventa necessario garantire il funzionamento h24 al variare di ore, giorni, settimane, mesi, …..

Ad aprile 2018 si dirama quindi un appello alla ricerca di un luogo, lungo la pista, dotato di alimentazione, dove posizionare in pianta stabile il dispositivo. Grazie alla intermediazione  di AgendaTevere, viene individuato il circolo Ondina. Il primo settembre parte la registrazione dei passaggi.

Oltre a studiare un upgrade del sensore (per aumentare la precisione), è in via di elaborazione il dossier per condividere l’esperienza e permettere a tutti quanti di realizzare un contapassaggi economico.

Report passaggi

Primo report

Ad agosto la postazione elettronica viene messa in servizio, dando il via alla registrazione continuativa  dei passaggi. [segue>>>]

Settembre 2018

Il  report del primo mese di passaggi. [segue>>>]

Ottobre 2018

Il report del secondo mese di passaggi. [segue>>>]

Novembre 2018

Il report del primo timestre di passaggi. [segue>>>]

Dicembre 2018

Il report del primo quadrimestre di passaggi. [segue>>>]

Gennaio 2019

Il report del quinto mese di registrazioni. [segue>>>]

Febbraio 2019

Il report del primo semestre di registrazioni. [segue>>>]

TerreVive

Angolo dedicato a iniziative (in calendario, e non), notizie dai social, rassegna stampa, approfondimenti, ....

Qua la zampa

Le Terre della Regina invocano la partecipazione di tutti noi. Condividete le vostre visioni, seguiteci nelle giornate in calendario, aiutateci a portare avanti i progetti di recupero e diffusione della futura Regina Ciclovia Fluviale, il percorso verde lungo il Tevere.

Per rimanere aggiornati, partecipare, proporre….. iscrivetevi ai social o date una occhiata alle ReginaNews con tutte le imprese feline. Collaboriamo!

Ricerca location

Al fine di espandere i tratti monitorati, si chiede un aiuto nell’individuare un luogo per ospitare una nuova postazione conta passaggi, avente le seguenti caratteristiche [ pdf 2 facciate tempo lettura 8 minuti ]

Cercasi tesista

Dopo il report del primo mese di monitoraggio flussi, siamo alla ricerca di un tesista che possa proseguire nella sperimentazione/approfondimento del monitoraggio dei flussi nelle Terre della Regina.